domenica 31 gennaio 2016

Unipol e Unipolsai


Unipol manca la chiusura del gap e potrebbe ripartire da qui.


Hammer sul supporto statico.


Piaggio


Piaggio è  rimbalzato sulla proiezione del rettangolo, rimbalzo che potrebbe spingere il titolo a fare un pullback sull'area 2,15. 
Purtroppo ho evitato l'aggancio in previsione del successivo target  sotto area 1,50 ed ora è tardi per provarci.

Snai


Continua inesorabile la discesa di Snai verso l'area di proiezione.



Telecom


Telecom rimbalza sulla parete del canale con probabile doppio minimo di breve. La velocità sopra la sua media sembra confermare il rimbalzo.

Eni e Oil


Il rimbalzo di Eni sembra aver trovato una resistenza nell'area del gap; da seguire l'andamento dell'oil, che per i mancati accordi tra i paesi produttori potrebbe di nuovo presentarsi debole e influenzare attraverso i titoli petroliferi l'andamento dell'indice. Sul grafico il crude potrebbe aver fatto un top di breve sulla ribassista più vicina.



sabato 30 gennaio 2016

Sias


Volumi per Sias ma il titolo è ancora sotto la dinamica.

Astm


Astm in congestione sotto la dinamica; Lunedì potrebbe essere la sua giornata.

CNH Industrial


Incredibile la volatilità arrivata sul titolo nell'ultima seduta quasi fosse un bancario. Il risultato è la long legged doji, candela dalle ampie shadow che sta a testimoniare la grande indecisione del mercato nel corso della seduta.
La posizione della candela, all'inizio di una gamba al rialzo, mi fa propendere per una doji di continuazione e mi fa ben sperare sul titolo ma sono chiaramente interessato a che il rimbalzo prosegua.

Saras


Saras, se fa un pullback sullo statico, sarebbe interessante per un buy. In teoria potrebbe arrivare fino al low della candela di breakout del doppio minimo.

Brembo


Brembo mi ha fregato, se domani non rimbalza mi prendo il loss su rottura a ribasso della congestione. Positività solo se rompe al rialzo la nuova ribassista.

Euro BTP Future


Continuo a seguire il future del btp per un eventuale approccio intraday. Contrariamente a quanto lasciava pensare, il future continua a salire e molti di quelli che lo davano short ci hanno lasciato le penne.
Ora potrebbe fare un doppio massimo, il cci in ipercomprato marcato lo lascerebbe supporre. Tuttavia non escluderei una rottura al rialzo, la velocità è positiva e l'rsi dà ancora spazio di salita. Anzi propenderei per una rottura al rialzo domani anche se difficile da dire quanta strada potrà fare. 

Ftse Mib40


L'indice nostrano si riporta a contatto con la ribassista di breve, velocità di discesa in decelerazione sopra la media rossa; la chiusura positiva degli  Americani dovrebbe portarci bene per Lunedì e strada spianata fino alla prossima dinamica, volatilità permettendo.

SP500


L'SP500 con la rottura della congestione e la tenuta del supportone ci fa sperare per un rimbalzo anche per il nostro indice.

giovedì 28 gennaio 2016

Ftse Mib40


L'indice si dimostra incapace di violare la ribassista di breve e l'area dei 19200.
A questo punto prende vigore l'ipotesi più pessimistica avanzata nel post del giorno 20 (link),  in cui ipotizzavo che l'onda che si partiva dal 3/12 fosse un'onda in 5. Se quest'ipotesi dovesse rispondere al vero, ora saremmo in onda 5 con probabile target in area 16900.
Finchè il minimo del giorno 21 rimane inviolato, possiamo sperare che l'ipotesi sia sbagliata.

mercoledì 27 gennaio 2016

Csp


Csp, se non recupera il laterale, va a 0,8

Danieli & C.


Danieli potrebbe avere ancora spazio di salita nonostante le candele facciano pensare il contrario; finchè il cci rimane in ipercomprato il titolo può fare ancora bene, specie se l'rsi ancora non entri in ipercomprato.

Fiera Milano


Fiera di Milano è una small che ha mi ha spesso fregato; non la compro e scatta, la compro e mi lascia con un loss, per cui, se rompe la dinamica domani, non lo so se la compro.


Generali Ass.


Generali ritesta il supporto del doppio minimo.

Intesa Sanpaolo e Banca Popolare Emilia e Romagna



I bancari sono i titoli più adatti per cavalcare il rimbalzo ma sono anche i più rischiosi. La Popolare dell'Emilia perde oggi il 4%.


CNH Industrial e Enel


Cnh  dal fondo del canale ha fatto poca strada, sulla violazione della dinamica scatta un altro buy.
Era meglio cavalcare Enel, che è partita da un doppio minimo di breve prima di arrivare sul canale. Anche qua la divergenza sul cci doveva invogliare all'acquisto invece  ho perferito Cnh pensando che Enel fosse troppo lenta.






Banca Generali


Banca Generali è ancora sotto la dinamica.

Brembo


Seconda chiusura sopra la dinamica per Brembo



Ftse Mib40




L'indice trova molta difficoltà a rimbalzare, la volatilità che si è vista nelle ultime settimane fa paura e chi compra lo fa con molta parsimonia e limitandosi per lo più all'intraday.
Oggi ancora una volta chiude sulla ribassista di breve dopo averci provato.
L'indicatore ciclico in piena fase Advancing , il rientro nella bande di volatilità dell'rsi, il cci che punta alla linea dello zero, dovrebbe far sperare bene per domani ma bisogna sempre aspettare i fatti e in particolare la rottura dell'area 19200-19300.

lunedì 25 gennaio 2016

Astm, Banca Generali e Brembo

Tre titoli con divergenze al rialzo sul cci di una certa consistenza: Astm, Banca Generali e Brembo.
Le divergenze, come è risaputo, da sole non hanno alcun valore; bisogna aspettare la comparsa di un segnale grafico, nel caso specifico la violazione della dinamica più vicina; per Brembo già quasi ci siamo, per cui sopra il massimo dell'ultima candela ci sta un buy.






Ftse Mib40


L'indice chiude il gap con volumi discreti sul derivato, nella media mensile; se ieri sono usciti i pesci grandi oggi probabilmente è toccato ai piccoli. 
Domani con molta probabilità si continuerà a scendere perlomeno in mattinata; la banda di proiezione inferiore infatti è in salita, per cui indice e banda si incontreranno a metà strada (area 18400-18350) e là si vedrà se la discesa si arresta e se si torna a rimbalzare.

sabato 23 gennaio 2016

Ftse Mib40




Lo zigzag sul settimanale illustra bene la situazione attuale: dal luglio 2015 l'indice si è dimostrato incapace di fare un nuovo massimo e da allora ha iniziato a fare massimi e minimi inferiori, rompendo per di più anche il canale ascendente che iniziava dal minimo del 2012.
Il trend attuale è questo disegnato dallo zigzag, un trend ribassista, e per trend attuale intendo quello che l'indice sta seguendo; per invertire questo trend occorre che l'indice rompa al rialzo le ribassiste disegnate sul giornaliero e successivamente che rompa il precedente massimo.
Al momento si può sperare in un pullback ribassista sul canale, evenienza che mi sembra molto difficile. Mi sembra più facile aspettarsi una congestione su questi livelli, che manterrebbe l'indice in laterale per diverse settimane, una congestione simile a quella iniziata ad Ottobre 2014 sulla stessa area statica dei 17700, ma questa è una mia aspettativa e non ci faccio troppo affidamento. 

Ftse Mib40




E' un dato di fatto che la candela di Venerdì ha sentito la resistenza, la qual cosa testimonia il clima di incertezza del momento.
La maggior parte degli operatori che hanno cavalcato il rimbalzo hanno preferito realizzare. Sarà stato un eccesso di prudenza? Chi lo può dire...

Guardando il grafico più che fare previsioni, mi domando che cosa mi farà sperare che il rimbalzo continui e che cosa mi farà temere che la situazione volgerà al peggio? E' chiaro che solo sopra il massimo della candela il rimbalzo continuerà, mentre la chiusura del gap sotto di esso e un ulteriore approfondimento chiamerà altro ribasso.

giovedì 21 gennaio 2016

Euro BTP Future


La candela di ieri sconfessa la precedente candela, anche se sul settimanale si profila un impiccato. Probabilmente oggi proseguirà il rialzo fino alle resistenze; bisognerà poi valutare come reagisce sulla resistenza statica e dinamica ma a questo arriveremo la settimana prossima, tranne sorprese. 

Ftse Mib40




Considerando la bella reazione quest'oggi sul supportone, la  divergenza al rialzo degli indicatori, il nuovo punto di flesso che si appresta a fare l'indicatore ciclico, il composite momentum, sono più ottimista per la consistenza del rimbalzo e vedrei, come indica la freccia sul grafico, la chiusura del gap in area 20000, col raggiungimento del 61% della precedente onda.

mercoledì 20 gennaio 2016

Ftse Mib40


L'indice è arrivato sul supportone dei 18000 ma potrebbe non essere finita. La velocità di discesa è arrivata al suo massimo, divergenza al rialzo in formazione sugli indicatori: un rimbalzo da qui ci può stare ma potrebbe essere modesto e rivelarsi solo un laterale che va a chiudere poco più su, poche centinaia di punti a testare la prima ribassista e dare l'illusione di un reversal. L'onda che si parte dal massimo dello scorso dicembre, infatti, sembra essere in 5. L'onda 1 e 2 sono fatte e ieri abbiamo fatto onda 3, col rimbalzo faremo la 4, e la 5 tutta è da venire. Spero di sbagliarmi. 

Euro BTP Future


Il future del BTP oggi ha dato segnale sell; rompe prima la mm21, poi la rialzista e poi il primo minimo. A prenderlo per l'intraday sarebbe stato un bel gain; peccato che stamani non ho potuto seguire.
Da notare il cci che rompe al ribasso la zeroline


Sul 5 minuti si vede come la caduta sia stata annunciata dallo squeeze delle Bollinger. Nel finale il future ha cercato di rimbalzare costruendo un canale in downtrend, forse una flag rialzista che potrebbe portare il rimbalzo in area 138. Da non dimenticare che sul daily è sell.



Acsm-Agam


Acs, dopo la rottura del canale, precipita in verticale ed oggi rimbalza nell'intraday sulla rialzista primaria.


Astaldi


Sembra proprio che ci abbia preso con la conta elliottiana (il precedente post è del 2 gennaio).

Danieli & C.


Danieli è arrivato sulla parete inferiore del canale un po' in anticipo con i tempi; l'area della proiezione infatti viene a trovarsi poco sotto (13,20) e corrisponde al 61% di fibo; in quell'area ci starebbe un secondo ingresso sperando che non ci arrivi.

lunedì 18 gennaio 2016

Euro BTP Future


Il future del BTP scadenza 16 Marzo appare molto interessante in ottica sell.
Il BTP sembra incapace di superare il precedente massimo e sta perdendo forza; le ema iniziano a convergere e il titolo procede rasente la rialzista.
C'è chi ci vede vede un testa e spalle ribassista ma personalmente preferisco far riferimento alle semplici trendline senza scomodare pattern grafici macchinosi.
Il segnale sell sul daily scatta a rottura della rialzista e sotto il primo minimo (137,38).
E' uno strumento che va usato solo da chi usa già i futures e  da chi ne sappia valutare i rischi .


Danieli & C.


Danieli, se scende anche domani, raggiungerà la parete del canale in area 13,50.

Banco Popolare


Il Banco Popolare è arrivato dove doveva arrivare; gli indicatori ciclici però sembrano voler già flettere e indicare quindi un'estensione al ribasso, forse ci sarà solo una congestione;  lo sapremo nei prossimi giorni.

Eni e Tenaris

Tra i titoli petroliferi Eni e Tenaris sembrano avere ancora margine di discesa sui rispettivi canali di medio periodo, a meno che l'oil non rimbalzi già da domani.




Ftse Mib40


L'indice continua a scendere; la candela odierna è sull'area della proiezione, debordante più di 100 punti verso il basso. L'rsi è a livelli di ipercomprato che raramente si vede sull'indice, il delta con le ema è abbastanza marcato: ci sarebbero le condizioni per un rimbalzo domani e forse per la formazione di una congestione su questi livelli. La volatilità però è tanta e non è da escludere che si vada oltre il minimo appena fatto.
L'indicatore ciclico è in fase Up e sta palesando tutte le insidie che si nascondono in questa fase in un trend ribassista. L'estensione al ribasso dell'indicatore porta nuovo ribasso ma non si può escludere una congestione, in tal caso il nuovo punto di flesso dovrebbe formarsi a ridosso dell'area -50.

domenica 17 gennaio 2016

Eni


Eni è in congestione sui minimi di periodo;  con l'oil sempre più debole, diventa probabile a breve il test della parete inferiore del canale in area 12,00 euro.



Per il Crude difficile immaginare dove vada a parare; la proiezione sul grafico direbbe area 27,00

sabato 16 gennaio 2016

Fiat Chrysler


Più di qualche titolo è nelle condizioni di rimbalzare prendendo un po' di fiato dopo la corsa verso il basso. Fiat, ad esempio, giunge sulla parete del canale in ipervenduto di rsi e domani con l'assenza dell'America forse anche l'indice riesce a rimbalzare petrolio permettendo.